Pages Navigation Menu

Cosmetici all’olio d’oliva, oro liquido per la bellezza.

Lolio-di-oliva-cosmetici-pe-labellinge virtù cosmetiche dell’olio d’oliva sono note fin dall’antichità, tant’é che il primo cosmetico a base di questo prezioso componente, rinvenuto in alcune tombe dell’antico Egitto, risale a 7000 anni fa, e molto probabilmente anche prima del 5000 a.C. l’olio d’oliva veniva sfruttato, mescolato con essenze, per le sue proprietà lenitive ed emollienti.

Possiamo asserire quindi che i cosmetici sono nati con l’uomo e si sono evoluti con l’avanzare della civiltà.

Anche Greci e Romani facevano uso dell’olio d’oliva per massaggiare corpo e capelli, e per contrastare rughe e segni del tempo sul viso, ma non solo: i Romani utilizzavano una particolare mistura di olio d’oliva, resine e pece come una vera e propria ceretta.

Con la fine dell’impero romano si perdono le tracce dei cosmetici fino al Rinascimento, quando tornano più forti che mai ammirazione e culto del bello.

Verso la fine dell’800 si assiste ad una prima industrializzazione dei prodotti cosmetici, l’olio d’oliva viene utilizzato in modo scientifico e il suo utilizzo si fa largo tra le masse, fino ad arrivare ai giorni nostri: esistono diversi tipi di olio d’oliva, che possono essere classificati in base alla provenienza e alla spremitura.

Sono attualmente in vigore leggi e regolamenti per tutelare la sicurezza dei consumatori e garantire un acquisto sicuro dei prodotti cosmetici. In linea con la nuova sensibilità dei consumatori sono sempre più ricercati i prodotti biologici, costituiti da ingredienti per lo più naturali, nickel free, non testati sugli animali.. e l’unico modo per accertarci che i cosmetici che intendiamo acquistare corrispondano per caratteristiche a ciò che stiamo cercando é leggere bene le etichette apposte sui flaconi che, per legge, devono essere chiare e leggibili, e riportare tutte le informazioni sul prodotto in modo dettagliato.